Libri per Sognare 2022


Eccoci pronti con una nuova edizione di Libri per Sognare, la manifestazione rivolta alle scuole primarie (classi quinte) e secondarie di primo grado (classi prime) degli Istituti scolastici, statali e paritari, di Bergamo e provincia.

Le classi partecipanti sono invitate a leggere i libri indicati ed avranno la possibilità di votare il libro preferito ed esprimere recensioni tramite questo portale.

Vince il libro più votato!
viola e blu

VIOLA E IL BLU

Matteo Bussola
Salani editore (2021)

Questa è la storia di Viola, una bambina che gioca a calcio, sfreccia in monopattino e ama vestirsi di Blu. Viola i colori li scrive tutti con la maiuscola, perché per lei sono proprio come le persone: ciascuno è unico. Ma non tutti sono d’accordo con lei, specialmente gli adulti. Tanti pensano che esistano cose ‘da maschi’ e cose ‘da femmine’, ma Viola questo fatto non l’ha mai capito bene. Così un giorno decide di chiedere al suo papà, che di lavoro fa il pittore e di colori se ne intende. È maggio, un venerdì pomeriggio, il cielo è azzurrissimo e macchiato di nuvole bianche, il papà è in giardino che cura le genziane. Le genziane hanno un nome da femmine, eppure fanno i fiori Blu. Però ai fiori, per fortuna, nessuno dice niente. Non è come con le persone, pensa Viola. Un fiore va bene a tutti così com’è.

UN SOGNO SULL’OCEANO

Luigi Ballerini,
San Paolo Edizioni (2019)

Aprile 1912. Il Titanic, il più grande e splendido transatlantico che abbia mai solcato i mari, sta per salpare. A gestire il ristorante di prima classe, il Ritz, è chiamato un italiano, Luigi Gatti – per tutti monsieur Gatti – che seleziona i migliori professionisti del settore, per la gran parte suoi connazionali. Giovani e giovanissimi che coronano il sogno di lavorare nel più prestigioso ristorante dell’epoca. Fra loro Italo Donati, diciassette anni, aiuto cameriere. A bordo, la vita dei ragazzi del Ritz procede a ritmi serrati. E tutti, personale e passeggeri, devono sottostare al rispetto di rigide gerarchie sociali. Solo ai lussuosi tavoli del ristorante il mondo dei camerieri e quello degli ospiti si incrociano. Ma per Italo e Alice, la bambinaia inglese al seguito di una facoltosa famiglia, è sufficiente uno sguardo per innamorarsi. Quando l’iceberg sperona il Titanic i sogni si infrangono. E ciascuno sarà chiamato a compiere una scelta.

LA TRAVERSATA

Francesco D’Adamo
Edizioni Il Castoro (2021)

Notte di tempesta. Un’imbarcazione si incaglia in prossimità della costa. Naufraghi giungono a riva, spaventati. Fuggono. Nella sabbia rimane uno zainetto, è di un bambino, Omar. Il vecchio pescatore Ezechiele, accompagnato dal nipote e dal cucciolo Spaghetti, decide di compiere “la traversata” al di là del mare, per riportare lo zainetto alla mamma e rassicurarla che il suo piccolo è arrivato sano e salvo sulle nostre coste. Ezechiele sente di doverlo fare, sente di dover compiere quel viaggio nel nome della condivisione, della fratellanza e dell’importanza dei piccoli gesti. La strana compagnia comincia un’avventura che li porterà alla malinconica Isola Che Non C’è, a sfuggire alla guardia costiera come in un film d’azione, e infine a trovare il modo di comunicare in un paese del tutto sconosciuto.

VOLOVIA

Antonio Ferrara
Einaudi Ragazzi (2021)

Saverio è un ragazzo napoletano. A scuola va male, i compagni lo chiamano «scemo», non ha amici né interessi. A sedici anni decide di smettere di studiare, per lavorare con il padre, che fa il becchino. E quando il padre, durante uno scontro a fuoco, viene ucciso da una pallottola vagante, Saverio rileva la sua attività. Comincia, da solo, a dare sepoltura ai morti di Napoli, a conoscerne le storie, a volte misteriose, a volte comiche, a volte inquietanti. Spesso si domanda dove lo possa portare quella vita, cosa mai possa riservargli il futuro. Finché, improvvisa e imprevedibile, arriva Zara, un raggio luminoso in un’esistenza scandita dalla morte.

VIOLA GIRAMONDO

Teresa Radice e Stefano Turconi
Bao Publishing (2021)

Sveglia e sognatrice, Viola è una simpatica testa riccia e bionda. E’ curiosa, riflessiva, intraprendente. Alle soglie dei 12 anni, è una ragazzina come le altre, vive le insofferenze, le domande e gli entusiasmi con l’intensità tipica dell’età. Ma Viola Vermeer è figlia di una donna cannone e di un entomologo e domatore di insetti, la sua famiglia è il Cirque de la Lune, il mondo è la sua città, la sua casa una carrozza del circo, visto che viaggia di continuo. Con l’incanto dei suoi quasi dodici anni, incontra pittori, musicisti, persone che le insegnano a guardare la vita con occhi diversi. E Viola impara. Anche quando le lezioni sono difficili da accettare, e fanno venire le lacrime agli occhi.