Libri per sognare torna a scuola


Parte la quinta edizione: cinque testi proposti ai ragazzi per coltivare la passione della lettura. le migliori recensioni saranno premiate.

Anche quest’anno torna Libri per sognare, la manifestazione giunta alla quinta edizione, nata nel 2017 e ideata dal Gruppo Librai e Cartolibrai di Ascom Confcommercio Bergamo, organizzata in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale di Bergamo.

L’iniziativa ha anche quest’anno come obiettivo quello di promuovere la lettura ed è rivolta ai ragazzi delle scuole primarie e secondarie della città e della provincia di Bergamo, con il coinvolgimento in particolare dell’ultimo anno delle elementari e del primo anno delle medie, per cui nonostante il nuovo lockdown è garantita la didattica in presenza. “Ci troviamo in un contesto di grande difficoltà e in un clima di incertezza, all’indomani della nuova stretta sulle chiusure – commenta Cristian Botti presidente del Gruppo Librai e Cartolai Ascom Confcommercio Bergamo-. In questo contesto, in cui si limitano quotidianità e relazioni, i libri possono davvero rappresentare un’occasione di evasione, per guardare oltre”.

Libri per sognare favorisce il coinvolgimento attivo e creativo dei giovani studenti, chiamati al doppio ruolo di lettori e recensori di cinque titoli di letteratura contemporanea per ragazzi, selezionati dalle librerie organizzatrici. 

Ogni ragazzo si impegna nella lettura per poi votare il libro preferito e pubblicarne la recensione sul sito www.libripersognare.it

Come nella scorsa edizione sono organizzati incontri virtuali tra gli autori e gli studenti, tappe di avvicinamento all’evento finale in programma a maggio. Gli incontri con gli autori rappresentano uno stimolo in più per i giovani lettori, che possono avere un confronto diretto con chi ha scritto le pagine preferite e trarre ispirazione per la stesura delle recensioni dei libri. 

La giornata conclusiva dell’iniziativa vedrà la premiazione del libro vincitore e degli studenti che hanno inserito nel portale le migliori recensioni e sarà una grande festa dedicata alla cultura e alla condivisione della lettura. “Lo scorso anno, in piena emergenza sanitaria, la cerimonia premiazione è avvenuta da remoto- continua Cristian Botti-. Abbiamo avuto un ottimo riscontro di presenze e, nonostante la distanza, ci siamo sentiti ancora più vicini ai ragazzi che, attraverso commenti online, hanno vinto timidezza ed esitazione che a volte li frena durante eventi in presenza”.